Colesterolo: cos’è e come controllarlo

Il colesterolo è un piccolo componente essenziale per la vita, in parte prodotto dall’organismo e in parte introdotto con l’alimentazione. Colesterolo e i trigliceridi costituiscono la maggior parte dei grassi contenuti nel nostro organismo.

Svolge diverse funzioni biologiche importanti ed essenziali:

  • è un costituente delle membrane cellulari e di vari tessuti
  • coadiuva la regolazione della fluidità e della permeabilità delle membrane cellulari
  • gioca un ruolo fondamentale nella produzione della vitamina D, interviene nella formazione dei sali biliari che partecipano all’assorbimento intestinale dei grassi e degli ormoni steroidei (maschili e femminili)

Da dove proviene e chi produce il colesterolo?

Il colesterolo è prodotto dal fegato ed è presente in tutte le cellule dell’organismo.
Il fegato costruisce anche i trigliceridi, che rappresentano un’importante fonte di energia per il nostro organismo; il loro livello nel sangue aumenta quando la dieta contiene troppi grassi, carboidrati (zucchero, pane, pasta) o alcol.

Il colesterolo e i trigliceridi vengono trasportati nel sangue da specifiche lipoproteine:

  • HDL (High Density Lipoproteins, lipoproteine ad alta densità) che rimuovono il colesterolo in eccesso e lo portano al fegato dove viene eliminato.
  • LDL: (Low Density Lipoproteins, lipoproteine a bassa densità) che distribuiscono il colesterolo e lo trasportano invece in periferia, favorendo il suo deposito nei tessuti.

L’equilibrio del colesterolo nel sangue

Il colesterolo ha un ruolo biologico di primo piano, ma bisogna prestare molta attenzione qualora esso circoli nel sangue con concentrazioni superiori alla norma, perché si può trasformare da elemento amico per il nostro benessere a un acerrimo nemico.

Il colesterolo totale, l’HDL-colesterolo e i trigliceridi si misurano in milligrammi per decilitro (mg/dl) o in millimoli per litro (mmol/l).

Il valore del colesterolo totale è “desiderabile” quando non supera i 200 mg/dl.
Il valore del colesterolo-LDL è “desiderabile” quando non supera i 100 mg/dl.
Il valore del colesterolo-HDL è “desiderabile” quando è uguale o superiore a 50 mg/dl.
Il valore dei trigliceridi è “desiderabile” quando non supera i 150 mg/dl.

Se tutto funziona correttamente, più assumiamo colesterolo e meno ne produciamo e viceversa, per mantenere il giusto equilibrio di questa molecola nel nostro corpo.

Tuttavia può capitare che questo equilibrio venga interrotto e si abbia un eccesso di colesterolo Le cause possono essere molteplici: legate alla genetica, alla dieta (troppe calorie, troppi grassi saturi o trans, troppi zuccheri semplici), a particolari malattie come il diabete, o a problemi endocrini (tiroide), al fumo o ad una scarsa attività fisica.

Un’influenza importante nel controllo dei livelli di colesterolo plasmatico è svolto dall’alimentazione. Un’alimentazione sana può ridurre il colesterolo nel sangue fra il 5% e il 10%;
una riduzione del 10% della colesterolemia riduce la probabilità di morire di una malattia cardiovascolare del 20%. La principale causa dell’ipercolesterolemia è un’alimentazione  troppo ricca di grassi saturi (ad esempio un’alimentazione ricca di carni rosse, formaggi, insaccati) che aumentano il livello di LDL-colesterolo e diminuiscono il livello di HDL-colesterolo. I grassi polinsaturi (come quelli contenuti nel pesce e negli oli vegetali non tropicali) e monoinsaturi invece  (componenti principali dell’olio d’oliva), in quantità limitata, hanno un effetto positivo perché tendono ad abbassare il livello di LDL-colesterolo.

 Poche semplici attenzioni ci proteggono nella quotidianità:

  • limitare il consumo di grassi in generale
  • sostituire i grassi saturi (burro, formaggi, carne grassa, insaccati) con quelli polinsaturi (pesce, oli vegetali non tropicali) e monoinsaturi (olio di oliva)
  • aumentare il consumo di frutta, verdura e legumi
  • limitare il consumo di dolci
  • limitare il consumo di alcol.

Il giusto stile di vita

L’ipercolesterolemia è legata anche al fumo, alla sedentarietà, al sovrappeso e al diabete. Per tenerla sotto controllo è importante seguire alcune buone abitudini:

  • Tenere il peso sotto controllo
  • Fare attività fisica regolarmente
  • Smettere di fumare: il fumo abbassa i livelli di HD e danneggia le arterie
  • Eseguire controlli periodici per eventuali patologie, in particolare ipertensione arteriosa e diabete mellito


Cosa comporta il colesterolo alto?
Il colesterolo alto rappresenta il rischio maggiore per la salute dei nostri vasi sanguigni (arterie) e del nostro cuore. Il colesterolo in eccesso, infatti, può causare la formazione di depositi di grasso nei vasi sanguigni, detti anche placche aterosclerotiche, che causano il restringimento delle arterie, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari o ictus.

Secondo dati del Ministero della Salute ben il 20% dei maschi italiani e il 24% delle donne presentano valori di colesterolo fuori norma.
Attualmente in Italia le malattie cardiovascolari (infarto, ictus, ipertensione) rappresentano circa il 45% di tutte le cause di decesso

Prevenzione ed il monitoraggio del colesterolo sono fondamentali e grazie al servizio di autoanalisi in Farmacia anche veloci e affidabili.   

Proprio a gennaio, mese dei buoni propositi, consigliamo un semplice ma prezioso controllo salva-vita, l’esame del colesterolo totale al costo di 5,00 € fino al 31 Gennaio 2023.
Senza attese e senza necessità di prenotazione con esito in pochi minuti insieme alla valutazione del farmacista.

Prodotto consigliato per coadiuvare il metabolismo dei lipidi:

COLESTARMONY PLUS
Fitopreparatori Italiani®